News

DISTACCO E CABOTAGGIO IN ITALIA

DISTACCO E CABOTAGGIO IN ITALIA

DISTACCO E CABOTAGGIO IN ITALIA - ATTENZIONE A DOCUMENTI IN ITALIANO

23 luglio 2018

In virtù di recenti novità inerenti al distacco e al cabotaggio in Italia, sono in aumento i controlli su tutto il territorio nazionale. Si ricorda che la comunicazione anche con il servizio dedicato TruckController va fatta da parte dell’impresa estera entro le 24 ore del giorno antecedente la data della prima operazione. 

Con nota n.300/4/5507/18/108/13/1 il Ministero dell’Interno ha fornito delle precisazioni in merito all’applicazione delle sanzioni per la mancanza della documentazione preventiva di distacco che deve trovarsi a bordo dei veicoli immatricolati in un Paese comunitario ed impiegati in Italia per le operazioni di cabotaggio.

La sanzione prevista per la mancata comunicazione preventiva di distacco al Ministero del Lavoro, va dai 1.000 ai 10.000 euro e prevede, inoltre, anche l’eventuale fermo del veicolo fino ad un massimo di 60 giorni qualora la stessa non sia pagata nelle mani dell’agente accertatore, secondo quanto previsto dall’art.207 del Cds.

Ricordiamo che tale disciplina è il frutto di nuovi importanti modifiche che l’art.47 bis, comma 1 del Dlgs 50/2017 ha apportato agli articoli 10 e 12 del Dlgs 136/2016 (il decreto che ha recepito la direttiva UE 2014/67 riguardante i distacchi transnazionali nell’ambito di prestazioni di servizi).

La sanzione di cui sopra, peraltro, è prevista anche qualora a bordo del veicolo non siano presenti contratti di lavoro e buste paga del conducente redatti o tradotti in lingua italiana.

Il Ministero dell’Interno ha fornito importanti istruzioni, tra cui ricordiamo:

  • la sanzione sopracitata si applica quando le carenze documentali riguardano attività di autotrasporto effettuata da imprese straniere – stabilite nell’Unione Europea – che impegnano conducente distaccati o, comunque in occasione di trasporti di cabotaggio;
  • la sanzione si applica al conducente mentre l’impresa, se proprietaria del veicoli, è obbligata al pagamento in solido;
  • una volta accertata l’infrazione, l’ufficio della Polizia a cui appartiene l’organo accertatore deve segnalarla al competente Ispettorato del Lavoro territoriale; questo perché l’art.12.1 del Dlgs 136/2016 sanziona la violazione degli obblighi di comunicazione riguardante la comunicazione preventiva di distacco, con un una somma che va da 150 a 500 euro per ogni lavoratore interessato.

Secondo quanto pronunciato dal Consiglio di Stato l’applicazione della sanzione in oggetto segue l’iter previsto per le infrazioni del codice della strada per cui ciò comporta:

  • la determinazione del pagamento in misura ridotta, pari al minimo edittale;
  • la possibile riduzione del 30% qualora i pagamenti siano effettuati entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale;
  • trascorso il termine per effettuare il pagamento in misura ridotta o per ricorrere davanti al Prefetto o al Giudice di Pace del luogo in cui è stata accertata la violazione, il verbale diventa esecutivo e di conseguenza l’illecito amministrativo potrà estinguersi solo mediante pagamento di una somma pari alla metà del massimo edittale, oltre le spese del procedimento (203 Codice della Strada);

 

A breve ci si dovrà aspettare la modifica dei modelli UNI_CAB_UE da parte del Ministero del Lavoro per inserire le seguenti voci:

  • la paga oraria lorda del conducente;
  • le modalità di rimborso delle spese di viaggio;
  • le spese per vitto e alloggio sostenute.

Ultime News

Nuovo sistema di pedaggio in Repubblica Ceca.

Nuovo sistema di pedaggio in Repubblica Ceca.

more
ORARI ESTIVI E CHIUSURA UFFICI 2019

ORARI ESTIVI E CHIUSURA UFFICI 2019

VI INFORMIAMO CHE, A PARTIRE DAL 1 LUGLIO 2019 FINO AL 9 AGOSTO 2019, TUTTI I VENERDÌ I NOSTRI UFFICI CHIUDERANNO ALLE ORE 13,00.

more
Controlli sul rispetto del divieto di riposo settimanale regolare in cabina

Controlli sul rispetto del divieto di riposo settimanale regolare in cabina

Chiarimento della Commissione U.E.

more